Open Ricostruzione è il primo programma italiano che mira a garantire una ricostruzione trasparente dell’Emilia Romagna sconvolta dal sisma del maggio 2012 attraverso l’uso delle tecnologie digitali e la collaborazione dei cittadini.

Terminata la realizzazione della piattaforma web è ora il momento di dare voce e potere ai cittadini. Come? Attivando un programma di formazione volto a fornire a tutti gli emiliani gli strumenti per monitorare dal basso gli appalti per la ricostruzione.

Su questo blog raccoglieremo i materiali e le storie che incontreremo durante il percorso.

Tenere gi occhi aperti è importante. Il mercato italiano degli appalti pubblici muove un fatturato di circa di 100 miliardi di euro e dà lavoro a più di un milione di persone. Dare un appalto a un’impresa che paga le tasse e rispetta l’ambiente e i lavoratori, genera un ciclo di relazioni economiche e sociali di cui beneficia l’intera comunità.

Il nostro lavoro si compone di 3 elementi:

  1. Laboratori giuridici: stiamo selezionando 5 opere pubbliche che ci faranno da “libri di testo” per illustrare con il supporto di un legale e attraverso esempi pratici, le varie fasi di cui si compone un appalto pubblico di lavori (leggi di più).
  2. Laboratori di Data Journalism: forniremo ai cittadini la strumentazione digitale per usare i dati presenti sulla piattaforma, raccoglierne di nuovi e creare visualizzazioni interattive, collaborando in questo modo con le istituzioni nel monitoraggio dal basso dei lavori (leggi di più).
  3. Coinvolgimento delle scuole e dei giovani: grazie ai fotografi di Shoot4Change svolgeremo laboratori sulla fotografia sociale realizzando delle sessioni fotografiche di massa attorno ad un soggetto, un tema o una “parola chiave”. Le foto saranno poi raccolte grazie alla piattaforma Seejay (leggi di più).

Abbiamo scelto di iniziare dai 5 Comuni più danneggiati del cratere sismico, seguendo un criterio provinciale. Pertanto in questa prima fase saremo a Finale Emilia, San Felice sul Panaro, Crevalcore, Bondeno e Reggiolo ma ci auguriamo di poter replicare l’iniziativa in tutti i Comuni colpiti.

In ciascun comune realizzeremo 4 laboratori nel corso dei prossimi 12 mesi. Assieme ai Sindaci dei Comuni coinvolti stiamo definendo il calendario delle visite che terremo sempre aggiornato e che troverete in questa pagina.

Questo progetto è il frutto del coraggio, della passione e del lavoro di tanti partner ma per farlo decollare abbiamo bisogno di voi. Se vi va di salire a bordo seguiteci o iscrivetevi ai laboratori giuridici e di data journalism

I vostri occhi si aggiungeranno ai nostri nel tenere presidiata e trasparente la ricostruzione dell’Emilia Romagna.

Insieme ce la possiamo fare!

Info: